Cerca
Appuntamenti
Non ci sono eventi al momento.
Newsletter
Informatore parrocchiale
Novità
La voce del Parroco
Oratorio


Ricevi HTML?
Registrazione effettuata con successo

Home Page | Adorazioni | Anche senza le …..Primarie

Anche senza le …..Primarie

 

ANCHE SENZA LE … PRIMARIE

icona_russa_famiglia_jpg.jpg 

Ieri abbiamo celebrato la Festa della Famiglia e oggi, davanti al ss. Sacramento dell’Eucaristia, vogliamo continuare la nostra riflessione su questa realtà meravigliosa che è la famiglia.

Se siamo qui è proprio perché abbiamo avuto una famiglia che ci ha donato la vita e il Battesimo e di questo dobbiamo prima di tutto dire Grazie al Signore.

Ma di quante cose che abbiamo ricevuto dai nostri genitori dobbiamo ringraziare il Signore?

Forse non per tutti la famiglia è sempre fonte di gioia, alcuni magari hanno sofferto o stanno soffrendo proprio per problemi di famiglia perché purtroppo il peccato si fa sempre presente nella nostra vita.

È questo allora un motivo in più per fermarsi a pregare, pesando a tanti ragazzi che soffrono, a tante famiglie distrutte dall’egoismo, provate dalla difficile situazione economica, dal dolore e dalla malattia: chiediamo al Signore che aiuti le nostre famiglie a diventare luoghi di amore vero, di rispetto reciproco, di attenzione ai più piccoli e non ai propri interessi.

Il Vangelo di ieri ci ha ricordato alcuni punti fondamentali perché una famiglia possa vivere bene nella gioia, nell’amore e nella serenità e cioè:

·      La ricerca della volontà di Dio e cioè ricordarsi che al centro della nostra famiglia deve esserci sempre il Signore e quindi la preghiera, la Messa della domenica, la carità verso chi ha bisogno e magari qualche bel momento di silenzio e di adorazione….

·      Saper riconoscere che i figli non sono un diritto o una proprietà dei genitori ma sono un dono di Dio, sua proprietà, e che quindi noi li abbiamo in “affido” e perciò dobbiamo rendere conto al Padre.

·      Il rispetto (e la sottomissione, come Gesù) verso i genitori che ci hanno trasmesso la vita e sono immagine di Dio creatore e padre …

Se la famiglia come dice il Concilio è una “piccola Chiesa domestica” allora, come ogni chiesa si distingue dalle altre perché ha un patrono, così sarebbe bello che ogni famiglia volendo eleggesse (anche senza fare le … primarie) un suo santo patrono particolare.  

Quale potrebbe essere il patrono della tua famiglia? Un santo di cui conoscete bene la storia, un santo che la tua famiglia potrebbe rendere visibile con il suo modo di essere e di vivere?

Potresti partire magari da un tratto che caratterizza la tua famiglia, per esempio l’unità, la simpatia, l’accoglienza, la sobrietà, la ricchezza di doni, la testimonianza, la fecondità, l’affettuosità, la passione per la musica… e potresti trovare un santo che ha vissuto profondamente questo carisma.

Parlane con Gesù e poi magari parlane con i tuoi, potrebbe essere un modo per riflettere insieme sul progetto che Dio ha in mente per la tua famiglia e così fare il punto sul vostro cammino di crescita.

 

                                                                                                                        Don Mario

 

p.s.: Mentre tu preghi io sono a Triuggio con gli altri parroci di Milano in ritiro, ti penso e ti ricordo

Ultimo aggiornamento ( Sabato 25 Gennaio 2014 13:31 )