Cerca
Appuntamenti
Non ci sono eventi al momento.
Newsletter
Informatore parrocchiale
Novità
La voce del Parroco
Oratorio


Ricevi HTML?
Registrazione effettuata con successo

Home Page | Adorazioni | Il Quinto Evangelista

Il Quinto Evangelista

 

II Avv. Amb. C2

 

IL QUINTO EVANGELISTA

189779_443166342407233_348252486_n.jpg 

Anche oggi c’è una bella notizia, un Vangelo, oggi, Gesù è qui nella nostra chiesa e tu hai risposto alla sua chiamata e sei venuto per incontrarlo.

Ieri abbiamo ascoltato l’inizio del Vangelo di Marco che per la prima volta nella storia del mondo usa la parola Vangelo, cioè buona notizia, per dare a tutti gli uomini l’annuncio dell’avvenimento che ha sconvolto il mondo e cioè scelta di Dio in Gesù.

Queste solenni parole: “Inizio del Vangelo di (che è) Gesù Cristo, Figlio di Dio” ci riportano indietro, attorno all’anno 60, a Roma mentre sta per abbattersi sulla comunità una nuova grande persecuzione sotto la quale moriranno martiri molti cristiani e tra questi Pietro e Paolo.

Per questi cristiani di Roma, Marco, ascoltando la testimonianza di Pietro in carcere, inizia a scrivere una “bella notizia“, una notizia sconvolgente che dà gioia, fiducia e speranza a tutta la comunità.

Questa notizia è Gesù!

Cioè il fatto stesso che Dio in Gesù viene per condividere la nostra vita, per morire per noi, per vincere la morte e donarci la vita eterna, è la notizia più bella del mondo e, ancor più bello, il modo con cui Dio ci salva, cioè diventando uno di noi!

Allora, visto lo stile di Dio, puoi comprendere come possa essere possibile anche oggi, per te, incontrare Gesù qui nell’Eucaristia.

Questa bella notizia si manifesta anche a noi.

Oggi è già “quel giorno” di cui parla Isaia nella prima lettura: oggi, Gesù è qui per te, per tutti coloro che lo accolgono e si aprono al suo amore !

La venuta di Gesù porta la pace e l’incontro tra gli uomini che si lasciano sommergere e convertire dal suo amore, accade persino tra i secolari nemici Assiria ed Egitto, oggi potremmo dire tra Israele e Palestinesi, ma anche tra di noi basta aprirci alla sua Grazia.

Fermati allora un po’ con Lui, raccontagli di te, della tua vita, delle tue preoccupazioni, proprio come con un amico vero, apri il tuo cuore...

Come i primi discepoli della comunità di Roma chiedi a Lui la forza di essere sempre suo fedele discepolo anche nei momenti difficili della vita, e come Marco, Giovanni Battista e Paolo, senti il dovere di “annunciare alle genti le impenetrabili ricchezze di Cristo e illuminare tutti sulla attuazione del mistero nascosto da secoli in Dio creatore dell’universo” (seconda lettura).

Come fare allora per vivere bene questo avvento?

Forse non è il caso di (s)vestirsi come Giovanni Battista  ma almeno di riflettere un po’ su quale bella notizia è stata per te l’incontro con Gesù.

Cosa puoi fare annunciare anche tu il Vangelo?

Ciascuno di noi è chiamato ad essere il quinto evangelista, inizia allora a scrivere anche tu come Marco le meraviglie che il Signore ha fatto per te……

 

Don Mario

Ultimo aggiornamento ( Sabato 24 Novembre 2012 21:08 )