Cerca
Appuntamenti
Non ci sono eventi al momento.
Newsletter
Informatore parrocchiale
Novità
La voce del Parroco
Oratorio


Ricevi HTML?
Registrazione effettuata con successo

Home Page | Adorazioni | E' ora di seminare

E' ora di seminare

 

7890873158_ae95c0b6eb.jpg

 

 

VII dopo Mart. B

È ora di seminare

Come il servo della parabola, anche tu sei qui davanti al “Padrone” e dopo una settimana di impegno nel mondo penso che pur con tanta amarezza nel cuore ti sei accorto (spero) che nel “campo” non c’è solo del buon grano ma cresce anche tanta zizzania….

Purtroppo sono tanti i seminatori di male in giro per il mondo e allora viene da dire come il servo “Signore vado a strapparla, mi metto di impegno a togliere di mezzo tutti coloro che fanno del male….”

Ma la parabola stessa ci dice anche che non si deve avere l’impazienza, lo zelo sia pure buono di togliere subito di mezzo tutti gli operatori di iniquità; e questo fondamentalmente per due ragioni: prima di tutto è solo Dio che vede fino in fondo nei cuori degli uomini e sa chi sono i giusti e gli empi; in secondo luogo la distinzione tra buoni e cattivi passa più nel cuore di ciascuno di noi che nel mondo.

L’esperienza del peccato, purtroppo connaturata ad ogni essere umano, ci insegna che è innanzitutto dal nostro cuore che dobbiamo estirpare la zizzania. 

In questo anno della fede chiediamo al Signore che ci doni più pazienza, tolleranza, e fiducia senza mezzi termini in Colui che, solo, scruta i cuori degli uomini.

Solo Lui fa crescere come ci ricordava san Paolo nella seconda lettura di ieri, noi dobbiamo piantare, irrigare, curare, costruire ma solo la Grazia di Dio da la forza di crescere.

Mettiti allora qui in silenzio davanti al Signore, apri il tuo cuore e lasciati irradiare dal sole del suo amore così che faccia crescere quanto ha seminato.

Accogli e riconosci con umiltà anche la presenza del male nel tuo cuore e cerca di non farti soffocare dalla zizzania ma semina continuamente opere buone così che possano riempire ogni angolo del campo del tuo cuore e non soccombere al male.

Il seme buono ha dentro di sé una grande forza, capace di trasformare tutto ciò che gli sta attorno proprio come il lievito e diventare luogo di rifugio e di riferimento come il granello di senape.

Forza allora, pianta, innaffia, cura di fare tanto bene, al resto ci penserà il Signore.

Una preghiera speciale sempre per il nostro don Giuseppe, per il suo nuovo cammino e per i nostri superiori perché siano illuminati nella scelta di un nuovo sacerdote da mandare tra noi. Sai benissimo quanto un sacerdote può fare di bene in una comunità e quanto contribuisce con il suo impegno alla storia della fede di una parrocchia. Prega allora con tanta forza il Signore perché mandi il suo Spirito.

 

                                                                                                                      Don Mario  

 

 

 

Ultimo aggiornamento ( Sabato 13 Ottobre 2012 20:22 )