Cerca
Appuntamenti
Non ci sono eventi al momento.
Newsletter
Informatore parrocchiale
Novità
La voce del Parroco
Oratorio


Ricevi HTML?
Registrazione effettuata con successo

Home Page | Adorazioni | PIU’ SCAVI, PIU’ SALI

PIU’ SCAVI, PIU’ SALI

Dedicazione del Duomo

PIU’ SCAVI, PIU’ SALI

 

C’è l’indicazione di un percorso che ci viene suggerita dal Vangelo di ieri, un percorso a ritroso, dalla superficie al profondo, un cammino spirituale che usa immagini prese dalla vita di tutti i giorni.

Questo dell’adorazione, quindi, è il momento più giusto per approfondire questo cammino di ascesi e per applicarlo alla nostra vita spirituale.

La prima immagine è quella dei frutti buoni (o cattivi).

Il primo esame che dobbiamo fare, quindi, è se la nostra vita produce frutti e soprattutto la qualità di questi frutti.

Siamo persone che costruiscono, che donano generosamente cose buone a tutti o persone che distruggono, dividono, “avvelenano”? 

La nostra vita cristiana si manifesta con opere concrete oppure siamo degli alberi belli esteriormente ma senza frutto?

Se poi andiamo più a fondo ecco che il Vangelo ci ricorda che non possiamo dare frutti buoni se il nostro cuore è pieno di male, allora non dobbiamo andare dal fruttivendolo per comprare cose buone ma dobbiamo invece cambiare il nostro cuore, lasciarci trasformare dall’Amore del Signore, allora i frutti saranno certamente buoni.

Allora non dobbiamo moltiplicare le nostre parole quando preghiamo ma dobbiamo seguire il Signore e fare la sua volontà proprio come ci suggerisce la seconda immagine, quella dell’uomo buono che trae il bene dal buon tesoro del suo cuore.

Per arrivare però a tutto questo, dobbiamo aver fatto un lavoro precedente molto importante, quello di scavare, scavare e scavare per incontrare la roccia sulla quale poi costruire la nostra casa, il nostro edificio spirituale.

Quando hanno iniziato i lavori per i grattacieli qui vicino, la prima cosa che hanno fatto è stata un enorme voragine perchè più profonde sono le fondamenta più alta e sicura sarà la casa.

Così anche noi, se vogliamo davvero costruire una vita solida e bella, dobbiamo dedicare tanto tempo e tanta fatica per scavare e consolidare le fondamenta e cioè la nostra conoscenza di Gesù e l’amicizia con Lui.

Ecco allora il punto importante di partenza della nostra vita spirituale, ed ecco, allora, che la Messa della Domenica, la lettura della Sua Parola (al Giovedì) e l’adorazione del Lunedì sono momenti forti per scavare queste fondamenta che ci porteranno a fare frutti buoni nella nostra vita di tutti i giorni.

 

                                                                                              Don Mario