Cerca
Appuntamenti
Non ci sono eventi al momento.
Newsletter
Informatore parrocchiale
Novità
La voce del Parroco
Oratorio


Ricevi HTML?
Registrazione effettuata con successo

Home Page | Adorazioni | Un mandato da Dio

Un mandato da Dio

 

UN MANDATO DA DIO

Untitled5.jpg

Venne un uomo mandato da Dio… Queste sono le parole con cui iniziava la pagina di Vangelo di domenica, parole che sembrano rivolte a ciascuno di noi: ciascuno di noi è mandato da Dio. La nostra vita non è un caso per nessuno, né per noi né per il mondo intero. Ciascuno di noi è protagonista di un mandato: siamo tutti dei “mandati” con un progetto per la nostra vita. Tutti abbiamo uno scopo nella nostra vita: le nostre parole risuonano e rimangono nei giorni della storia; le nostre azioni si incidono nelle azioni di tutti gli uomini. Le parole che dico, i sentimenti che vivo, le azioni che compio sono irripetibili: dentro la storia di tutti Dio sa trovare sempre le mie parole, i miei gesti, le mie imprese, anche le mie sciocchezze. La vita di ogni uomo è preziosa come la vita di Giovanni Battista: tra i nati da donna nessuno è più grande di Lui, ha detto Gesù di Giovanni, ma noi siamo i più piccoli del Regno di Gesù, perciò siamo più grandi di Giovanni. La vita di ogni uomo è preziosa come la vita di Gesù: Giovanni mandato per preparare la strada a Gesù; Gesù mandato per tracciare la strada a tutti noi, la strada di figli di Dio. Se qualcuno manca su questa strada, Dio Padre se ne accorge subito, e Gesù si mette subito sulla strada per cercarci. E quando ci radunerà tutti nel suo Regno farà l’appello, se mancherà qualcuno, Lui si accorgerà subito. Dio guarda a ciascuno di noi e ci avvolge della sua tenerezza di Padre, come ha fatto per Maria la Madre: piena di grazia, anche a noi ha detto: Tu sei pieno della mia grazia. Siamo mandati per dare testimonianza alla luce: questo è il nostro compito: che la nostra vita dia luce, faccia luce. Che fortuna quando si incontra qualcuno dal quale riceviamo sempre luce, serenità, fiducia in noi stessi… Che bello ritornare a casa la sera e quando entri in casa, ti accorgi che c’è luce. Che fortuna quando si incontra qualcuno che ci sa indicare la strada verso Gesù, che ci fa luce per rimanere affascinati, incantati di Gesù. Tu sei pieno di luce, dice a ciascuno di noi.  

Siamo ormai tutti presi (il tempo, la mente, i pensieri, i soldi…), tutti travolti da una corrente che ci trascina verso il Natale. E accanto a questo, molto nervosismo, un po’ di ansia, qualche delusione… Contiamo di riuscire a fare tutto in tempo e arriviamo al Natale stressati e stanchi, e anche scontenti. Gesù non è contento pensando che il suo Natale ci procura così tanti affanni e tensioni. Gesù è venuto tra di noi per darci la possibilità di avere una vita buona, bella come la sua. Cerchiamo di vivere i rapporti quotidiani (dalla famiglia al lavoro), attingendo luce, speranza, gioia, serenità e salute dalla luce, dalla speranza, dalla gioia, dalla serenità, dalla salute degli altri: Sappi splendere della speranza degli altri! Sarebbe il regalo più bello per Natale. Cerchiamo negli altri la cosa più preziosa che ci possono donare. Non è sempre la più evidente, anche perché noi siamo distratti da tante cose.

Approfitta di questo momento di silenzio, di adorazione, per andare al profondo del tuo cuore e chiederti: sono felice? Cosa mi manca per essere felice? Ti accorgerai che ciò che ti manca per essere felice è a portata di mano: è lo sguardo puro che sa vedere gli altri come un dono, è il cuore finalmente libero dai risentimenti, dai rancori, dalle gelosie… Anche tu, come Giovanni, sei mandato per risplendere della luce di Gesù e per portarla ai tuoi fratelli!

Gesù sarà contento se ci prepariamo al suo Natale così. 

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 12 Dicembre 2016 20:08 )